Arti perdute? L’arte della ceramica e della tessitura a Este

 

 Arti perdute?

L’arte della ceramica e della tessitura a Este

Una grande tradizione con uno sguardo al futuro

Il progetto intende promuovere mostre e laboratori di ceramica e di tessitura all’interno del territorio atestino, coinvolgendo maestri artigiani, giovani artisti, cittadini avendo il sostegno delle più importanti Istituzioni locali: il Comune di Este, Il Museo Nazionale Atestino, IIS Ferrari indirizzo Artistico, la ditta Este Ceramiche e Porcellane srl, l’azienda S.e.s.a. spa. La collaborazione con le maggiori realtà istituzionali del luogo e la presenza di artisti, artigiani locali e di tante maestranze coinvolte, sono garanzia di successo delle iniziative proposte, finalizzate a far riacquistare a Este la consapevolezza del proprio passato prestigioso legato alla sua vocazione artigianale, ma anche turistica.

Situata ai piedi dei Colli Euganei, con origini risalenti all’età Paleoveneta, la città di Este  vanta una plurisecolare tradizione nel settore dell’artigianato artistico riferito in particolare alle tecniche ceramiche. Nel XVIII secolo, con le manifatture della famiglia Franchini, la città divenne un centro produttivo di primaria importanza anche a livello internazionale confermando la vocazione artigianale maturata nei secoli precedenti. Non si può dimenticare inoltre la tradizione di produzione tessile nel territorio di Este e della vicina Montagnana, incentivata nei secoli scorsi dalla coltivazione della canapa, materia prima per tessuti utilizzati dalla Serenissima Repubblica per le vele delle loro navi.

Purtroppo entrambe le discipline, negli ultimi decenni, hanno subito un lento e costante processo di trascuratezza, fino a essere quasi dimenticate quale importante pregio e risorsa locale. Un ultimo riferimento per il mantenimento nel territorio di queste discipline era rappresentato dai corsi tenuti presso l’Istituto d’arte Corradini di Este, ora Liceo artistico Ferrari. Con le recenti riforme scolastiche le lezioni di ceramica e di tessitura sono state eliminate dal piano formativo, contribuendo in questo modo ad aggravare lo stato di abbandono delle antiche pratiche artigianali.

Tale recessione non va ad incidere solo sul patrimonio artistico-artigianale del territorio, ma  sull’identità stessa della città che rischia di perdere alcuni aspetti peculiari della propria tradizione artigianale e produttiva. 

Il progetto proposto dall’Associazione Culturale Fantalica in collaborazione con i maggiori enti pubblici e privati del territorio, intende dare il via ad un recupero e a una valorizzazione di tali tradizioni artistico-artigianali coinvolgendo in primis i giovani artigiani locali affiancati dai loro maestri, anche al fine di promuovere un nuovo approccio alla città e alle sue potenzialità economiche e produttive.

Il progetto proposto attinge alla tradizione storica, culturale e artistico-artigianale della città, prefiggendosi, come obiettivo principale, quello di valorizzare il territorio atestino e di far conoscere le discipline ceramiche e tessili attraverso esposizioni artistiche, laboratori, incontri dimostrativi, seminari, uscite culturali.  Tale sensibilizzazione potrà consentire di creare nuove occasioni formative per i giovani, opportunità lavorative per le maestranze locali, eventi sociali, e di recuperare un patrimonio di conoscenze di primaria importanza per la città. Non si deve inoltre sottovalutare la potenzialità in ambito turistico di tale valorizzazione, vista la grande potenzialità che Este ha in questo ambito, con le sue bellezze artistiche e naturalistiche e con la presenza di un Museo Nazionale di primaria importanza per conoscere la storia dei Veneti antichi.

logo culturalmente.jpg
 

 

 

Associazione Fantalica - Via Giovanni Gradenigo, 10 - 35131 Padova (PD)
Facilmente raggiungibili da Vicenza, Treviso e Bassano del Grappa
Tel. 049 / 2104096 - Fax. 049 / 2104097
Cell. 348/3502269

Informativa
P.iva: 03855430280 / C.F.: 92152980287

Orari: dal lunedì al venerdì 10.00 - 15.00; 16.00 - 21.00

by Ewebb.it